Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ravaglia: “Vivo una nuova sfida, mi farò trovare sempre pronto”

Il portiere bolognese si racconta: "Tornare a giocare al Dall'Ara un'emozione bellissima, la stagione è lunga e ci sarà ancora bisogno di me".

Ravaglia

Bologna nel cuore, ora ancor di più con lo status di secondo portiere e la presenza in Coppa Italia davanti al pubblico rossoblu. Federico Ravaglia è stato intervistato nel corso della puntata di “Bfc Week”, la rubrica video curata dalla società felsinea.

SULLA PARTITA DI COPPA ITALIA.È stata una bellissima emozione tornare a giocare a Bologna. La partita è andata bene, era da tanto che non giocavo e quindi un po’ di emozione c’era dai giorni prima” ha esordito il portiere bolognese. “È una competizione a cui teniamo e cerchiamo di andare avanti il più possibile, le parate che ho fatto sono state frutto del lavoro fatto in questo periodo, nel quale ho lavorato per farmi trovare pronto“.

TENSIONE PER IL RITORNO IN CAMPO?Più che tensione le mie erano emozioni positive, avevo voglia di tornare a giocare“. Poi racconta il momento in cui ha ricevuto la notizia di dover giocare contro il Verona: “Il nostro preparatore dei portieri è venuto da me subito dopo la partita contro il Sassuolo e mi ha detto: ‘Sei pronto?’. Da lì è nata tutta la preparazione al match“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDERICO RAVAGLIA (@ravagliafed)

UN RUOLO PIÙ IMPORTANTE. Ravaglia è salito di gerarchia in questa stagione, da terzo a prima riserva: “Quando ho saputo che sarei diventato secondo portiere l’ho accettato come una bella sfida, prima a Bologna ero sempre il terzo. La stagione è lunga e quindi ci sarà bisogno, io cercherò di farmi trovare sempre pronto“.

PORTIERE DA SEMPRE.Sono partito da quando avevo 5 anni con i guanti perché avevo già l’idea di stare in porta” racconta Federico Ravaglia. “Sono stato molto influenzato da mio padre che gioca a livello dilettantistico e ha girato tanto in porta, lui mi ha trasmesso la più grande passione. In più sono cresciuto guardando Buffon vincere i Mondiali e fare una carriera incredibile, lui è stato il mio idolo“.

SUL MATCH CONTRO LA FIORENTINA.Un po’ di amaro in bocca ce l’ha lasciato. Avevamo le occasioni per poterla vincere. La cosa che ci è rimasta è l’ottima prestazione, abbiamo superato le difficoltà che la partita ci aveva creato” così il portiere rossoblu riguardo alla sconfitta a Firenze. “Adesso sfruttiamo la sosta per ricaricare le pile, poi quando ci saremo tutti prepareremo al meglio la sfida contro il Torino“.

SULLA CITTÀ.Sono nato e ho fatto tutte le scuole a Castel Maggiore, però inizialmente non ho mai vissuto appieno la città e anche quando sono andato in prestito sentivo che mi mancava questa cosa. Così quando sono tornato ho deciso di andare a vivere più verso il centro. Adesso me la sto godendo e mi piace veramente tanto come città“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

el azzouzi
Le dichiarazioni di El Azzouzi dopo l'enorme prestazione sul campo della Roma, in cui ha...
L'esterno belga al termine della vittoria contro la Roma: "Vittoria importante, ma mancano ancora tante...
L'analisi del tecnico rossoblù: "Vittoria importantissima, godiamoci il presente"...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie