Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Van Hooijdonk: “A Bologna mi trovo bene, ma voglio giocare”

L'attaccante olandese classe 2000 viene intervistato al Corriere dello Sport e rimanda, per il momento, le voci di mercato che lo vedono in uscita. Ma chiede più minuti a Thiago Motta.

Van Hooijdonk

Il Corriere dello Sport pubblica nella versione odierna del giornale cartaceo un’intervista a Sydney Van Hooijdonk. L’attaccante rossoblu ha risposto subito alle voci di mercato degli ultimi giorni che lo danno via in prestito a gennaio: “Qui sto benissimo, è una bella squadra e la vita qui mi piace molto. Però devo anche giocare, fare ciò che è meglio per la mia crescita. Nel calcio le cose possono cambiare rapidamente. Mancano due mesi a gennaio e non si sa cosa succederà“.

CONCORRENZA NEL RUOLO CON ZIRKZEE.C’è competizione tra noi due, ma siamo buoni amici. Giochiamo nella stessa posizione, ma siamo diversi. Se siamo mai stati provati insieme? No, affrontiamo il ruolo in modi opposti. Ci siamo detti che se fusi insieme in un unico giocatore, le mie qualità con le sue, ne verrebbe fuori uno da Real“.

VOCI DI TRASFERIMENTO.È normale riceverne quando non giochi. Nell’ultimo anno e mezzo ho giocato e segnato tanto. Ma rispetto a quando sono venuto due anni fa, non ho ritrovato lo stesso Bologna. Il livello ora è aumentato. Tutto è aumentato. Quindi vedremo tra qualche mese“.

Sidney Van Hooijdonk
Sidney Van Hooijdonk esulta per il gol in Coppa Italia

OBIETTIVO. Ho voglia di fare gol, ma tutto dipende da quanto sto in campo. Alla fine vorrei riuscire ad avere successo a Bologna. Credo di aver dimostrato di saper segnare nella scorsa stagione (all’Heerenveen, ndr) ma non solo. Quando gioco so che faccio gol e so che posso riuscirci anche in Serie A. Ma ho bisogno di tempo per dimostrarlo“.

COSA MANCA.E qui non ci sono. In Olanda avevo dei giocatori che mi cercavano, e io ho bisogno di cross da terzini e ali. Al Bologna invece si cerca un altro modo di dare palla all’attaccante, ma è normale. Ho bisogno di adattarmi, se giocherò tante partite di fila sarà più facile“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da S. van Hooijdonk (@sydneyvanhooijdonk)

IL GOL IN COPPA.Quella rete l’ho sentita soprattutto come un sollievo perché era una partita difficile. Quando si gioca ogni settimana non ci si pensa, le cose vanno da sole e non si tratta solo di fiducia. In quel momento ero felice perché come attaccante ho bisogno di fare gol. Soprattutto per come sono fatto. Sono stato contento di vedere i miei compagni felici con me. Dopo la partita ho chiamato la mia famiglia e i miei amici: mi hanno tutti detto che avevano guardato la partita perché era in diretta anche in Olanda“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

tessmann
Le parole del presidente del Venezia Niederauer sul futuro di Vanoli e Tessmann, che potrebbe...
fabbian
Un retroscena di mercato che riguarda Giovanni Fabbian, che non doveva finire a Bologna, ma...
sartori
Il Bologna sta seguendo da vicino la crescita di Aravena, attaccante dell'Universidad Catolica, autore di...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie