Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Calciomercato Bologna: nessun top player via a gennaio, rassicura Di Vaio

Il ds rossoblu ha le idee chiare sui movimenti da effettuare nel mercato invernale

Joey Saputo e Marco Di Vaio

Abbiamo tutti i telefoni staccati” è la battuta di Marco Di Vaio, direttore sportivo del Bologna, quando ai microfoni di Tuttomercatoweb viene chiesto se sono arrivati contatti da altri club per i gioielli rossoblu, da Zirkzee a Ferguson e Lucumì. Il Bologna non farà nessuna rivoluzione di mercato a gennaio: “La nostra forza sta nell’avere una rosa omogenea con margini di crescita, ci muoveremo solo se vedremo opportunità di migliorare la squadra. Qualche idea c’è già, senza fare nomi“.

ZIRKZEE INCEDIBILE. “Non pensiamo assolutamente di cedere Zirkzee, a cui chiediamo continuità e aiuto ai compagni. Da quando è andato via Arnautovic ha fatto il salto di qualità, ammiro la sua attitudine. È un 2001, col tempo troverà continuità e concretezza. Se gli do qualche suggerimento? Parliamo spesso, il primo consiglio che gli diedi fu di scegliere un numero importante e lui ha preso la maglia numero 9“.

SU KARLSSON. Il numero 10 rossoblu invece ha reso poco nella prima parte di stagione e attualmente è fermo per infortunio, ma Di Vaio non pensa al suo trasferimento: “Deve ancora adattarsi al nuovo campionato e al progetto di Thiago Motta, ma ha una grande apertura mentale, vuole imparare e ha voglia di emergere. Diamogli tempo, lui sapeva di avere tanta competizione sulle fasce. Se lo vedo come centravanti? Adesso ha bisogno di certezze giocando nel suo posto“.

GLI ALTRI SICURI DI RESTARE. “Ferguson e Posch sono troppo importanti per noi, non si muovono. Le parole dell’austriaco che vuole andarsene? Non credo alle dichiarazioni riportate dalle nazionali, finiscono per venire travisate. Quando lo abbiamo riscattato, era contento di rimanere con noi”.

SU CALAFIORI. “Volevamo prenderlo già la stagione precedente, ma non ci sentivamo tranquilli. Poi abbiamo visto quanto è cresciuto al Basilea e l’adattamento al doppio ruolo (terzino sinistro e difensore centrale, ndr). Lo abbiamo preso proprio per questo a fine mercato. Quando c’è stato l’infortunio di Lucumì, lui si è fatto trovare pronto. Ma prima di vederlo in nazionale in quel ruolo deve crescere“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

el azzouzi
Le dichiarazioni di El Azzouzi dopo l'enorme prestazione sul campo della Roma, in cui ha...
L'esterno belga al termine della vittoria contro la Roma: "Vittoria importante, ma mancano ancora tante...
L'analisi del tecnico rossoblù: "Vittoria importantissima, godiamoci il presente"...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie