Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le pagelle di metà stagione: i difensori

Da Calafiori a Posch passando per Lucumi: il bilancio al giro di boa

calafiori

Tra prime e seconde linee, sono diversi i giocatori del reparto difensivo che Thiago Motta ha impiegato nella prima parte di stagione, ed è difficile trovare qualcuno che abbia realmente deluso le aspettative. Vediamo nel dettaglio come si sono comportati gli elementi chiamati in causa in difesa dal mister.

POSCH 6: sufficienza di incoraggiamento. Perchè è sotto gli occhi di tutti il calo delle prestazioni del terzino austriaco, probabilmente troppo esplosivo lo scorso anno ma oggettivamente involuto nella prima parte di questa stagione. Nelle ultime giornate, ad eccezione del rigore fallito contro la Fiorentina che ha sancito l’eliminazione del Bologna dalla Coppa Italia, siamo tornati a vedere sprazzi del vero Posch. Certo, quello zero alla casella gol segnati, soprattutto se pensiamo all’anno scorso, pesa.

BEUKEMA 6,5: ha sbagliato solo due partite, Cagliari in casa (responsabilità sua il gol di Luvumbo) e Udine, in quella debacle che a dire il vero ha visto crollare tutta la squadra. Per il resto si è dimostrato un giocatore estremamente affidabile, forte fisicamente e abile di testa oltre che con i piedi. La ciliegina sulla torta? Il gol in Coppa Italia che ha raddrizzato la sfida di San Siro contro l’Inter.

LUCUMI 6: sparito un po’ dai radar dopo l’infortunio, nelle ultime uscite stagionali Thiago Motta lo ha reinserito nelle rotazioni, impiegandolo anche da terzino sinistro. Si fa apprezzare per dedizione e per spirito di adattamento anche in un ruolo non suo, manca forse un po’ di qualità in fase di impostazione. Sicuramente ha fatto vedere di meritare una maglia da titolare, e questo è quello che conta.

CALAFIORI 7,5: dimentichiamoci per un attimo la prova negativa di Cagliari di domenica scorsa. E ci rendiamo conto di avere di fronte una futura plusvalenza milionaria per il Bologna. Un plauso a Sartori per averlo pescato a cifre irrisorie, bravo lui a farsi trovare pronto quando Thiago Motta lo ha lanciato dal 1′ al posto dell’infortunato Lucumi. Chissà altrimenti quando sarebbe arrivato il suo momento, ma ora non serve pensarci: sempre attento difensivamente, gioca bene d’anticipo, palla al piede diventa micidiale, sa impostare ed ha sempre la lucidità giusta per fare la giocata migliore senza mai buttare via la palla. Per di più, sa giocare sia da terzino sinistro che da centrale. Cosa vogliamo di più?

LYKOGIANNIS 6: da terza scelta a titolare per un certo filotto di partite, era dato per sicuro partente in estate e invece si è ritrovato spesso protagonista sotto le indicazioni di Thiago Motta. Un gol all’attivo, quello sul campo del Lecce che per poco non vale tre punti, certo le lacune difensive sono tante. Ma per essere una terza scelta non ci si può lamentare, ed è apprezzabile che nemmeno lui si lamenti alla luce delle tante panchine fatte.

DE SILVESTRI 6,5: quando lo chiami in causa, Lollo risponde sempre presente. 2 gol segnati in sole 9 presenze, nella memoria dei tifosi rimane chiaramente la zampata contro il Genoa che è valsa un punto prezioso a tempo ormai scaduto. Esperienza al servizio della squadra, se Posch dovesse mai avere un tracollo i rossoblù possono stare tranquilli perchè il rincalzo è più che una certezza.

KRISTIANSEN 6: come per Posch, una sufficienza di incoraggiamento. Partenza con il botto: un assist e mezzo nella vittoria contro il Cagliari. Poi un calo, lento ma costante, si vede che ha potenzialità ma fa ancora fatica a trasformare il suo talento in efficacia. Vale i quasi 15 milioni che il Leicester chiede per il suo riscatto? Al momento viene da dire di no. Vedremo se con il tempo ci farà cambiare idea. E se la farà cambiare alla dirigenza rossoblù soprattutto.

CORAZZA 6: il ragazzo ha bisogno di farsi le ossa perchè le mancanze tecniche e fisiche sono evidenti. Ma lo vogliamo premiare per la voglia che ci mette tutte le volte che scende in campo e per il gol all’esordio assoluto nel derby di Coppa Italia contro il Cesena. Che emozione.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nessun giocatore sotto il 7, i migliori sono El Azzouzi e Saelemaekers...
Il difensore colombiano spicca in entrambe le fasi, l'attaccante olandese non tira mai in porta...
Il difensore rossoblù non ne azzecca una, lo svizzero fallisce il match point all'ultimo secondo...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie