Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Agliardi a CalcioBologna: “Giocare al Dall’Ara ti riserva grandi emozioni, il Bologna può giocarsi l’Europa”

Le parole in esclusiva ai nostri microfoni dell'ex portiere del Bologna Federico Agliardi, con il quale abbiamo analizzato diversi temi

agliardi

L’ex portiere del Bologna Federico Agliardi ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni di CalcioBologna.it. L’attuale preparatore dei portieri della Fermana ha risposto alle nostre domande incentrate sulla stagione attuale dei felsinei, ma soprattutto sul suo passato in Emilia e sulla vittoria dell’Europeo Under 21 con la Nazionale nel 2004.

LE PAROLE DI FEDERICO AGLIARDI

OBIETTIVO EUROPA. “Io credo che possa giocarsi l’Europa senz’altro e ci può arrivare. Chiaramente è più difficile arrivare tra le prime quattro della Champions però stanno facendo un lavoro eccezionale e almeno in Europa League ci possono rientrare. Devono solamente andare avanti così, è chiaro che quando parti così di botto e fai una metà stagione così importante è poi difficile mantenersi. Le squadre cominciano a temerti e a prendere le contromisure, quindi potrebbe essere un inizio di seconda parte un po’ complicato per il Bologna ma lo vedo almeno tra le prime sette/otto”.

GIOCATORE IN PIÙ DI QUESTO BOLOGNA. “A me sta piacendo molto Calafiori, poi anche il modo che ha di giocare Thiago Motta ha fatto acquisire le metodologie a tutti e sono sicuri di quello che fanno. Anche Ferguson sta facendo cose veramente egregie ed è difficile in questo momento trovare un punto debole al Bologna per quello che mettono in campo e in ogni reparto”. 

DUALISMO SKORUPSKI-RAVAGLIA. “Io credo che Thiago Motta sia stato chiaro con loro. Io vedo che sta portando i suoi frutti, magari non siamo molto abituati a questo tipo di gestione, ma con così tante partite avere due portieri che possono dire la loro è sempre un bene. Non è mai facile, ma se il mister e il suo staff hanno ritenuto utile percorrere una strada del genere è perché lo possono fare. Skorupski è un ottimo portiere e anche Ravaglia sta mostrando le sue doti. Hanno portato sicuramente dei vantaggi alla squadra“.

PORTIERI ITALIANI. “A me sta piacendo molto Di Gregorio per come interpreta il ruolo, ma si sta comportando bene anche Vicario al Tottenham. Di Gregorio sta facendo veramente bene, sta acquisendo una maturità importante che si sta vedendo. Anche Turati sta crescendo molto bene, sono contento di quello che sto vedendo a livello di portieri italiani“.

PUBBLICO DI BOLOGNA. “Sono stato orgoglioso di poter stare a Bologna. Innanzitutto è una citta fantastica e giocare al Dall’Ara ti riserva sempre grandissime emozioni perché è una tifoseria calda, che vive di calcio, che sa farti sentire a casa. Io ricordo con molto piacere gli anni a Bologna, anche con un po’ di nostalgia”.

PIOLI. “Quando l’ho conosciuto io vedevo che era molto preparato. Aveva una gestione delle sedute di allenamento e un rapporto di un certo tipo con i giocatori. Dopo ci siamo incontrati solo da avversari però l’ho visto sempre molto puntiglioso e se lo merita. Ha fatto e sta continuando a fare un grandissimo lavoro, anche se a volte è stato forse ingiustamente criticato. Ora è uno dei tecnici big per l’Italia”.

VITTORIA DELL’EUROPEO UNDER 21 NEL 2004. Me lo ricordo come se fosse ieri, ho cercato di godermi ogni momento, perché quando arrivi in quelle competizioni e giochi con grandi giocatori riesci a focalizzare tutto un po’ meglio con il passare degli anni. Sono contento di aver vissuto ogni singolo giorno e aver avuto la possibilità in quel grande gruppo. Quella fu per altro l’ultima volta che abbiamo vinto l’Europeo di categoria e questo dà ancora maggiore valore a quello che era il calcio italiano giovanile di quel periodo. Noi giocavamo tutti in Serie A, sono momenti che ti danno forza e ti restano nella tua vita”.

GILARDINO. “Ha un anno più di me e credevo che sarebbe diventato così forte. Quando hai 16/17 anni cominci a incontrarti ed era un giocatore che aveva la testa sulle spalle e grandi qualità. Non per niente ha fatto quello che ha fatto, poi è sempre stato un ragazzo umile e di poche parole. Si è meritato tutto quello che ha avuto. Non pensavo riuscisse a fare così bene da allenatore, anche perché non è detto che i grandi giocatori riescano a diventare grandi allenatori e lui sta riuscendo a farlo. Certo, è giovane e deve ancora fare tanto, ma sta facendo molto bene“.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante del Bologna Joshua Zirkzee esulta dopo il gol all'Inter
Le dichiarazioni in esclusiva ai nostri microfoni di CalcioBologna di Gian Luca Rossi, noto opinionista...
galvani
Le dichiarazioni in esclusiva ai nostri microfoni di CalcioBologna.it di Jacopo Galvani, giornalista e opinionista...
incocciati
Le dichiarazioni in esclusiva ai nostri microfoni dell'ex giocatore e allenatore Giuseppe Incocciati sul suo...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie