Calcio Bologna
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Maifredi: “Il Bologna di Motta è unito, la Champions è raggiungibile al momento”

Le dichiarazioni dell'ex tecnico del Bologna Maifredi sulla stagione dei felsinei e sul trio Motta-Saputo-Sartori, che sta facendo le fortune del club

motta

L’ex allenatore del Bologna Gigi Maifredi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni de Il Resto del Carlino. Tanti i temi trattati, ma tutti incentrati sull’incredibile stagione del Bologna. Da Thiago Motta, passando per Sartori e Saputo, fino al sostegno dei tifosi.

TRIO SAPUTO-MOTTA-SARTORI. “Finalmente: mi ero un po’ stancato di assistere a campionati fotocopia che avevano come solo obiettivo una tranquilla salvezza. Una piazza come Bologna meritava qualcosa di molto più grande. Intanto due anni fa è arrivato il mio amico Giovanni Sartori, che non sbaglia un colpo. Saputo c’è da dieci anni e rappresenta una garanzia di solidità. E poi c’è Motta, che ha fatto decollare la squadra. Società, allenatore e direttore sportivo: quando queste tre componenti funzionano allora si può pensare in grande. Il primo obiettivo a questo punto è andare in Champions. Se guardo alla classifica e a quello che il Bologna ha dimostrato fin qui con le dirette concorrenti qualificarsi per la Champions League è un obiettivo raggiungibile. Quando io lasciai Bologna per andare alla Juve qui avevo un presidente, Gino Corioni, che in rapporto alle sue possibilità aveva dato il massimo. Oggi il Bologna ha Saputo, che è un gigante, e con un proprietario così nulla è precluso. Se un allenatore sposa Saputo e lo attrae con risultati importanti, crescita dei giocatori e idee di gioco, allora può convincerlo ad allargare i cordoni della borsa per allestire un Bologna in grado di lottare per lo scudetto”.

THIAGO MOTTA. “È un allenatore perfettamente in linea con i dettami del calcio moderno: grande corsa e grande organizzazione. In più si vede anche da fuori che il suo Bologna è un gruppo unito. E nel mazzo ha un asso che nessuno delle concorrenti ha. Zirkzee ha un fisico statuario, ma si muove come un ballerino facendo cose da fuoriclasse: mi chiedo come mai queste qualità enormi fin qui le abbia tenute nascoste. Ma il calcio è così: trovi l’ambiente giusto ed esplodi. In questo Bologna è speciale”.

IL SOSTEGNO DEI TIFOSI DI BOLOGNA. “Perché sa farti crescere come poche altre piazze. Se un allenatore vuole diventare grande deve sedersi sulla panchina del Bologna. È una città che ama il bel calcio e il buon vivere. E se riesci a portarla dalla tua parte, come successo a me, ti adotta sempre”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

bologna
Le dichiarazioni dell'ex Bologna Garics sulla storica stagione dei felsinei e sul ruolo di Thiago...
bologna
L'ex allenatore ha analizzato il momento del Bologna...
raimondo
Le dichiarazioni di Beppe Galli, agente di Antonio Raimondo, sul futuro del suo assistito nella...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie